Almanacco agricolo del Aprile 2017
Almanacco agricolo del Aprile 2017
MENÚ

Aprile 2017, almanacco dell'agricoltura



Prologo del mese di Aprile (by Patroclo)

Aprile, dolce dormire.
Un vecchio detto che indica il rialzo delle temperature, il cinguettio degli uccelli, i suoni precisi e lontani.
Il vero preludio ai mesi più caldi, le giornate si sono allungate anche grazie all'ora legale.

Sbocciano le Camelie, in mille tonalità e colori, il fiore dei sentimenti.
Il periodo migliore per raccogliere fiori e seccarli, creare composizioni con i petali.
Ed e' piacevole rinnovare anche se stessi, ad ogni inizio del nuovo ciclo vegetativo, con gli aromi essenziali e con l'aromaterapia.



Numeri della fortuna


52 45 25 68 40

Sono da giocare almeno tre volte consecutive sulla ruota di  Venezia

Fotografia del mese di Aprile



Ricetta

Zuppa di zucchine con pomodori secchi e olive

mezzo chilo di zucchine
6 decilitri di brodo vegetale;
14 cipollotti
maggiorana fresca in foglie quanto basta
un cucchiaio di panna acida
pomodori secchi sott'ollo
olive taggiasche
olio extravergine d'oliva

Le zucchine, lavate e tagliate a rotelle, vanno fatte lessare nel brodo per circa 1/4 d'ora insieme ai cipollotti tagliati a fette e a una decina di foglie di maggiorana; poi, una volta raffreddata, questa sorta di zuppa va passata al mixer e frullata sino a ottenere una crema.

A questo punto va aggiunta la panna, che deve essere amalgamata con il composto e, prima di servire, il tutto va guarnito con olive taggiasche e con i pomodori secchi sgocciolati e tagliati a piccoli dadini.
E' un primo piatto estivo e gustoso.



Consiglio

Peperoni marinati

Per conservare i peperoni crudi e servirli come contorno e' possibile metterli in frigorifero in marinata, dove si manterranno perfettamente integri per almeno una settimana.

Le varieta' migliori sono i rossi e gialli di cuneo, da lavare, pulire internamente e sbucciare.
Una volta tolta la pelle vanno tagliati a filetti e posti in un contenitore con un trito di basilico, prezzemolo e timo e con tre spicchi d'aglio affettati.
Vanno poi aggiunti anche alcuni filetti d'acciuga sott'olio tagliati a pezzi (se ne conta uno per ogni peperone) e il tutto va ricoperto con olio d'oliva, chiuso e posto in frigorifero.

La parte piu' amara e sgradevole dei peperoni sono i semini e la costola fibrosa e bianca che si trovano all'interno.
La parte meno digeribile è invece la buccia.
Esistono mille trucchi per sbucciare un peperone senza fare fatica, ma sembra proprio che ne funzioni soltanto uno.
Scaldate il forno a circa 50 gradi, spegnetelo e inseritevi i peperoni per una decina di minuti, magari girandoli un paio di volte.

Estraeteli poi dal forno quando la buccia si e' abbrunata e metteteli subito per altrettanto tempo ben chiusi in un sacchetto di carta come quelli che si usano per il pane. l'umidità e il vapore favoriranno lo staccarsi della pellicina superficiale, che così verrà via facilmente.



Campagna

Attenzione a non anticipare di troppo le semine.
Con la temperatura non inferiore ai lO gradi si può seminare girasole, barbabietola da zucchero, mais a ciclo lungo e soia.

Il carciofo in aprile raggiunge il suo apice, la produzione va raccolta prima della fine del mese, poi tenderanno a divenire coriacei.



Frutteto

Con l'aprile ha ufficialmente inizio la bella stagione: nel nord continuano a maturare le fragole e dal sud giungono i primi frutti di esotico sapore: le Nespole del Giappone (Eriobotrya japonica) dal bel fogliame decorativo.

Negli orti dell'Italia centrale si raccolgono mazzi di Asparagi (Asparagus officinalis) e i Ravanell i (Raphanus sativus) portano allegre macchie di colore su tutte le mense. Intanto, Ciliegi, Pruni, Meli e Peri sono in fioritura e promettono abbondanti raccolti per la prossima estate.

Ed e' proprio questo, quindi, il momento piu' opportuno ed utile per cominciare un'intensa opera di disinfezione e disinfestazione del frutteto che il, tepore delle prime piogge espone e predispone al rapido diffondersi e moltiplicarsi di batteri e parassiti.



Vigneto

Con lo sviluppo vegetativo occorre immunizzare la vite contro l'oidio e la peronospora, la loro germinazione in primavera e' influenzata principalmente dalle condizioni di temperatura e dalle precipitazioni.



Orto

Comincia per l'orto l'epoca delle irrigazioni, che pur somministrate cautamente per non provocare una troppo rapida vegetazione, non dovranno mai mancare alle piante ortive ormai in pieno sviluppo.

Pure indispensabili le irrorazioni ormoniche e le concimazioni con prodotto minerale che completano le fertilizzazioni a carattere organico che le piante assorbono direttamente dal terreno attraverso il letame decomposto mescolato alla terra stessa nel tardo autunno o alla fine inverno.

In aprile si possono seminare le seguenti specie: lattuqa, radicchio, cipolla, porro, prezzemolo, basilico, scorzonera, barbabietola, cavolo, gli ultimi ravanelli, cetriolo, fagioli, fagiolini.

Si trapiantano i peperoni e i pomodori e si predispone l'aiuola delle specie aromatiche, con salvia, rosmarino, timo, ruta, ruchetta ecc.
Riteniamo opportuno insistere sulla perfetta e costante pulitura dei vialetti dell'orto, per evitare il dannoso annidarsi dei parassiti, e la costante eliminazione del fogliame secco o ingiallito.

Il terreno verra' smosso di frequente intorno alle piante e un accurato controllo potra' denunciare tempestivamente la presenza di insetti nocivi e quindi permetterne l'eliminazione.

Per prevenire le piu' frequenti malattie delle piante ortive e le temibili forme di virosi, raccomandiamo una scrupolosa pulizia dei vari attrezzi, soprattutto delle cesoie, che non sarebbe male disinfettare con alcool denaturato almeno una volta la settimana.

Se avete la fortuna di possedere una piccola serra fredda, da cui ormai avrete tolto tutte le piante o quasi, procedete ad una disinfezione accurata dei bancali e dei recipienti, irrorando abbondantemente nell'aria un buon antiparassitario, dopo l'opportuna irrorazione con anticrittogamico.

Nell'aiuola dell'orto, che abbiamo destinata alla raccolta dei fiori recisi, trapianteremo le annuali preferite o le erbacee perenni, ma non trascureremo il gruppo dei Gladioli o delle Dalie, soprattutto quelle semplici, che tanto bene si prestano alla preparazione di variopinti mazzi.



Giardino

Adesso molte ornamentali si riproducono facilmente per talea, margotta e propaggine.
In piena terra si seminano: convolvoli, alstroemeria aurantiaca, impatiens balsamina, coreopsis tinctoria, silena pendula, lychnis coronaria e campanule specie varie.
Intorno alla fine del mese si presume l'arrivo di caldo umido che favorisce la Puccinia pelargonii zonalis, chiamata comunemente ruggine del geranio.
Occorre agire con dei trattamenti curativi e preventivi utilizzandodei fungicidi.





Oliveto

Hanno inizio i trattamenti contro la Spilocea oleaginea chiamata comunemente "occhio di pavone", questa si manifesta in due periodi dell'anno,
in primavera e in autunno e in particolar modo quando si attraversa periodi umidi e piovosi.



Prati

Questo e' il momento della semina su terreni precedentemente preparati, annaffiare frequentemente con leggere concimazioni minerali,
le falciature devono lasciare almeno 5 cm di erba ed e' preferibile eseguirle di primo mattino o al tramonto.





© 2015 alibrando.it - P.IVA 01285270466 - info@alibrando.it

COOKIE AVVERTENZE

PRIVACY BIBLIOGRAFIA