Almanacco agricolo del Gennaio 2018
Almanacco agricolo del Gennaio 2018
MENÚ

Gennaio 2018, almanacco dell'agricoltura



Prologo del mese di Gennaio (by Patroclo)

Il gelo copre la terra ma la speranza della fredda stagione e' gia' nell'aria, come la promessa dei fiori e dei frutti e' nel primo gonfiore delle gemme.

Il gioco delle costellazioni, disegnate sul fondale del cielo, ricomincia l'eterna partita che ha nome "tempo" e che si disputa in eterno tra ieri e domani.

Mese del freddo del ghiaccio e del gelo, mese degli sciatori e degli amanti della montagna innevata, mese delle Viole, un timido fiore invernale a preludio del successo del nuovo anno.

Trovare una viola รจ sinonimo di buona sorte in tutti i campi.



Numeri della fortuna


90 60 4 48 37

Sono da giocare almeno tre volte consecutive sulla ruota di  Genova

Fotografia del mese di Gennaio


Curiositá

Le viole trovate nei giorni 30 e 31 di gennaio devono essere raccolte e poste in un vasetto con acqua per 7 giorni poi riposte a essiccare in un libro di vostra propieta'.

Saranno il porta fortuna del vostro futuro, favoriscono figli e prosperita' (non sono cedibili a terzi, sono solo porta fortuna personali).

(Patroclo)







Campagna

Il mese, se particolarmente favorito dalle condizioni climatiche, vede, verso la fine, lo sboccio delle prima viole in luoghi particolarmente soleggiati e privi di vento.

Tempo permettendo, si esegue la prima concimazione, in copertura, dei cereali.

Considerando che gia' dal tardo autunno avrete provveduto a proteggere le piante piu' delicate, soprattutto al Nord, con vari mezzi, ma non sara' male, nel colmo dell'inverno, controllare coperture e ogni possibile riparo, per constatarne l'integrita' o provvedere a eventuali riparazioni.

Sara' dunque opportuno osservare le "pacciamature" o mulching ossia quello strato di torba, foglie secche, letame, posato al piede degli alberi degli arbusti per proteggerli dal freddo ed insieme nutrirli.

Potrebbe infatti succedere che il gelo, la pioggia insistente o il vento, avessero rimosso o scomposto la pacciamatura e, in questo caso, bisognera' sostituirla o aggiungere altro materiale, per riportare lo strato protettivo alla primitiva integrita'.

La stessa cura dovra' essere posta nel controllare le protezioni in plastica, paglia o stuoia, applicate alla parte superiore di arbusti o cespugli, soprattutto nelle zone a forte incidenza ventosa o lungo i filari con azione di frangivento.

Anche le legature delle piante ai supporti debbono essere controllate con molta cura per evitare eventuali "strozzamenti" particolarmente dannosi nelle piante giovani e quindi ancora fragili, soggette ad uno sviluppo piuttosto rapido.

Evitare comunque l'uso di filo di ferro sempre pericoloso, preferendo fettuccia plastica, rafia o il filo di ferro ricoperto di materiale gommoso o plastico, normalmente usato per stendere la biancheria o per impianti elettrici.



Frutteto

Iniziano i trattamenti contro i patogeni fungini: ticchiolatura del melo e del pero, bolla del pesco, cancro dei rametti delle drupacee; contro le uova degli acari, afidi e le cocciniglie; contro la Carpocapsa; contro gli afidi.

Nelle serre temperate e letti caldi contro gli Aleuroidi (mosche bianche).

E' evidente che al nord piante ed arbusti non producono che splendidi fiori di... brina e tutt'al piu' conservano qualche mazzetto di bacche ormai sciupate dal gelo, mentre in altre regioni piu' favorite dal clima e dalla esposizione prossima al mare, e' proprio questa la stagione di maggior interesse floricolo e frutticolo anche sul piano economico ed industriale.

Le zone della penisola dove si raccolgono i frutti invernali, sono la Sicilia, le coste tirreniche e qualche parte della Liguria, senza dimenticare le colline toscane e il territorio che circonda il lago di Garda.

Agrumi ed Olivi sono i frutti piu' caratteristici di questo periodo, e la loro raccolta varia da zona a zona, ed a seconda della varieta' delle specie coltivate, che possono essere piu' o meno precoci.

Impossibile dilungarci sulle norme colturali degli Agrumi o degli Olivi, specie che esigono l'assistenza di personale specializzato e di cure attente e costanti che rappresentano l'indispensabile salvaguardia agli attacchi di malattie e parassiti, garantendo un raccolto abbondante e sano.

Per chi si dedica alla coltura di Agrumi ed Olivi per uso privato, richiedendo alle piante anche l'apporto di un indiscutibile effetto decorativo, vogliamo indicare almeno le operazioni indispensabili da eseguire durante l'anno, per ottenere soggetti di bell'aspetto, in grado anche di fornire qualche frutto saporito.



Cantina

Si travasa il vino e si controllano le colmature e l'usura delle pastiglie anti fioretta.



Orto

Sono possibili soltanto semine in cassoni caldi o in serra mentre in terra non e' consigliabile alcun lavoro.

Necessario non dimenticare che si possono raccogliere le seguenti verdure: cardo, carota, cavolo broccolo e cavolo a germogli, cerfoglio issopo, granoturco zuccherino, raperonzolo, scorzonera, sedano.

All'aperto, in luoghi riparati, si seminano: bietole, cipolle, fave, piselli e spinaci; si piantano bulbilli di aglio.

Nelle serre riscaldate, in piena terra, si seminano: basilico, lattughe, prezzemolo, ravanelli, rucola, valerianella.

In vasetti e nelle vaschette multiple si seminano: cetrioli, melanzane, meloni, peperoni, pomodori, zucche e zucchini, in attesa della buona stagione.

In coltura protetta si semina: bietola da coste e da taglio, carote, lattughe, finocchi e radicchi.



Giardino

In tepidario o in cassone riscaldato, seminare in vasi o in terrine: aster perenni, begonie semperflorens, agerato, gerbera, calceolearie, gazania, verbena ecc.

Prosegue la potatura delle cespugliose e delle siepi.

Si preparano le aiole per la piantagione delle fioriture estive.







© 2015 alibrando.it - P.IVA 01285270466 - info@alibrando.it

COOKIE AVVERTENZE

PRIVACY BIBLIOGRAFIA